Atto costitutivo

I Presidenti dei Consigli delle Autonomie Locali indicati in calce al presente atto o, in loro rappresentanza, i relativi dirigenti, riuniti in Roma il 5 Aprile 2012, hanno deciso di costituirsi in Coordinamento Permanente.

A circa dieci anni di distanza dal loro riconoscimento quale organo costituzionalmente necessario ai sensi dell’art. 123, 4° comma, della Costituzione, i Consigli delle Autonomie Locali sono stati istituiti nella maggior parte delle Regioni a statuto ordinario e, pur nella loro particolarità ordinamentale, di quelle a statuto speciale.

L’attuazione del principio di sussidiarietà codificato nel nuovo Titolo V, Parte II, della Costituzione e la riforma in senso federalista dello stato rendono indispensabile una adeguata valorizzazione del ruolo delle autonomie locali quali interlocutori necessari, innanzitutto, nei processi decisionali delle Regioni. Fondamentali sono poi le funzioni degli Enti locali anche nei progetti di riforma degli organi costituzionali dello Stato, potendosi loro riconoscere un pieno inserimento nel circuito della rappresentanza politica.

In questo contesto, ferma l’autonomia delle Regioni nell’individuarne la disciplina positiva, dopo la fase di approvazione dei nuovi statuti e la prima regolamentazione dei Consigli delle Autonomie Locali, appare indispensabile inaugurare una seconda stagione.

E’necessario rafforzare l’identità di tali Consigli, traendo profitto dalla molteplicità delle esperienze regionali, tutelando le specificità che devono essere salvaguardate, ma ponendosi anche l’obiettivo di elaborare, ove necessario, regole di funzionamento e di condotta comuni a tali organi.

Il Coordinamento che oggi si costituisce intende avviare questo percorso.

Il Coordinamento è costituito dai Presidenti dei Consigli delle Autonomie Locali o loro delegati. Esso si propone, a titolo meramente esemplificativo, i seguenti obiettivi:

Il Coordinamento Nazionale Permanente dei Consigli delle Autonomie Locali si dota di uno Statuto allegato sub “A” il quale viene approvato unitamente al presente atto costitutivo.

I sottoscrittori del presente atto provvedono altresì alla nomina del Coordinatore nella persona di Marco Filippeschi, Sindaco del Comune di Pisa e Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Toscana, nonché dei componenti L’Ufficio di Coordinamento nelle persone di:

Nicola Riccardelli, presidente vicario CAL Lazio
Fabrizio Giuliani, vicepresidente CAL Marche
Mauro Contini, vicepresidente vicario CAL Sardegna
Marco Filippeschi, presidente CAL Toscana
Palmiro Giovagnola, CALUmbria