La Corte Costituzionale respinge le questioni di costituzionalità della “legge Delrio”

La Corte costituzionale ha depositato, in data 24 marzo 2015, la sentenza n. 50/2015 con la quale si è pronunciata sui ricorsi presentati da quattro Regioni (Veneto, Campania, Puglia, Lombardia) avverso ben 58 commi dell’unico articolo della legge n. 56 del 2014. La Corte ha respinto tutte le questioni di illegittimità costituzionale.

Leggi la sentenza e scarica i primi commenti:

Sterpa, F.Grandi, F. Fabrizzi e M. De Donno – Scheda di lettura

Giulio M. Salerno, La sentenza n. 50 del 2015: argomentazioni efficientistiche o neo-centralismo repubblicano di impronta statalistica?

Barbero ed Elisabetta Vigato, Il sindaco di diritto e l’elezione a suffragio universale e diretto  nelle città metropolitane